//
you're reading...
Oceani Monetari, Oceani Urbani

Spiraglio 1 (breve anticipazione… parte 2)

Segue da: Spiraglio 1 (breve anticipazione…)

In natura, come anche in economia e finanza, ci sono cose che racchiudono più di quello che apparentemente non mostrano…

Il 3 Luglio 1884 Dow pubblicò il primo indice di mercato composto dai prezzi di chiusura di undici titoli, nove dei quali relativi a compagnie di trasporti e due relativi al settore industriale. Dow riteneva che questi titoli fornissero un ottimo strumento di valutazione delle condizioni dell’economia nella nazione. Nel 1897 divise l’indice in due parti: la prima comprendeva dodici titoli di società industriali e la seconda si riferiva a venti titoli di società ferroviarie…” (da “Analisi Tecnica dei Mercati Finanziari” – J.J. Murphy)

“L’alta marea innalza la maggior parte delle barche…” Michael N. Kahn

I maggiori Indici del mondo nel 2012:

Dax 30 (Germania)

Ftse Mib (Italia)

Ftse 100 (UK)

DJIA (USA)

Cac 40 (Francia)

Nasdaq (USA)

Nikkei (Giappone)

S&P 500 (USA)

(Ogni singolo indice è collegato al link di wikipedia…)
Basta vederne la composizione per farsi un’idea delle diverse economie…

Non sono per le cose frazionate, ma c’è ancora molto da scrivere, da inserire (basta economia, ma dei riferimenti servivano) che prima le pubblico e prima, spero, se ne comprenderà l’architettura… oltre naturalmente a liberarmene dalla mente…
Per questo l’immagine iconografica mi serve come riferimento di sintesi, di una nuova architettura di sistema… sotto il bellissimo sguardo di una nuova e più vera ITALIA.

Vorrei fosse chiaro che senza preconcetti, retorica o presunzione scriverò di pensioni, di scuola, di un nuovo sistema elettorale, del sistema premi e vincite, e tanto altro che automaticamente si aggancerà, andando a toccare le responsabilità di un Paese, più o meno “ingarbugliato” e dimenticato, nelle verità quotidiane di ogni singolo “riflesso”….

Non serve certo lo spread, la finanza e l’economia per capire che ci sono cose che non vanno più…
Come già scritto, basta vedere i comportamenti di molti italiani per avere un indice, un termometro di come molte cose, le tante ideologie ereditate sono arrivate a ripetere percorsi senza più uscite…

Poco più di un mese al 21.02 2012
Spero di farcela…

Carlo Azzarone

Roma (Italia) – 19 Gennaio 2012

Testo Iniziale: “Il Museo della Vergogna… Si prega di seguirne solo il Percorso Ideologico, Guidato…”

Discussione

I commenti sono chiusi.

Surface Pressure Charts

Link pressure map Europe

Bollettino del Mare 🇮🇹

Link waves/wind map Italy coast

SEGUICI ANCHE CON TWITTER 📲

Errore: Twitter non ha risposto. Aspetta qualche minuto e aggiorna la pagina.

Sostieni KSM Sponsor 🇮🇹

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: