//
you're reading...
King Surfer Magazine

King Surfer Magazine ’94 – Intro 0

In un preciso momento storico, caratterizzato dall’incertezza dovuta ai continui cambiamenti sociali nasce questa nuova rivista, figlia del proprio tempo, che intende affrontare il fenomeno sempre più rilevante dello sport del surf. KING SURFER MAGAZINE non rappresenta una alternativa, ma uno strumento adeguato ad affrontare le molteplici esigenze che emergono dalla convivenza sociale soprattutto in mare.

Così, sin da quando ho iniziato a praticare questo sport, desideravo leggere una rivista che parlasse di tutto ciò che riguardava il surf in Italia. Che trattasse argomenti ambientali, essendo il vero problema del 2000, con documentazioni, petizioni e referendum per aprire gli occhi anche ai più scettici. Descrivesse gare, e dove e quando si svolgono. Avesse un fumetto ambientato in questo mondo. Raccontasse di un viaggio all’estero, con le relative esperienze avute. Menzionasse tutti i ragazzi che meritano di apparire su di una rivista, indistintamente dal loro luogo di provenienza; e soprattutto fotografasse luoghi ed onde che dimostrassero il vero potenziale italiano.

A completare il quadro della rivista, le risposte ai lettori, al fine di rendere la stessa un primo punto di riferimento per gli interrogativi provenienti dall’intera società “surfista” e non solo dagli “addetti ai lavori”.

In effetti, in questo mondo, ma soprattutto nel mondo del surf, capita spesso di trovarsi ad osservare e proprio osservando si impara a conoscere la natura che ci circonda come:

Le onde cariche di energia e potenza.

Il mare con tutti i suoi spazi infiniti.

Le persone che lo vivono.

Tutto ciò in un unico contesto: stare in acqua con la propria tavola e ritrovare in quel moto ondoso, perfetto o imperfetto che sia, la forza e l’energia per cui sei pronto a dominare.

Che non sia il nostro porta bandiera, l’essere penalizzati, sicuramente qui in Italia, dal fatto di non avere un oceano.

Quindi non ha importanza dominare onde di sei metri, vincere gare al limite dell’impossibile, avere un accento americano, una mega macchina, un super orologio etc… perché lì fuori si è soli, e questi stereotipi non necessitano in un mondo al di fuori di tutto ciò.

Una tavola ed una paraffina non fanno un surfista.

Buona visione a tutti.

Carlo Azzarone

da King Surfer Magazine – “Ottobre 1994”

Discussione

I commenti sono chiusi.

ottobre: 1994
L M M G V S D
    Gen »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
BottleCharts x lost Riders23 febbraio 2015
MondayNight...

H/L Europe

Week end forecast

in a Tweet

Since 1994

Sostieni il Cambiamento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: